Il 1° maggio 1989 (giusto oggi, ma 30 anni fa) 8 appassionati redigevano un Atto costitutivo ed uno Statuto, che poi depositavano all’Ufficio del Registro di Treviso, per dare una forma più strutturata all’Elpis, nome con cui l’attuale Elpis Volley Asd era conosciuto nel territorio fin dai primi anni ’70.

Bisogna tornare alle origini per capire il contesto e le ragioni di questa continuità, dovuta senz’altro alla caparbietà di alcuni, ma che trovò terreno fertile nel desiderio che anche le ragazze potessero fare sport in provincia, nell’aspirazione di giocare e divertirsi in un competere fondamentalmente giocoso, nella voglia di fare gruppo e lottare insieme. Le partite e gli allenamenti avvenivano in piccole palestre spartane e l’attività sportiva talvolta era pesante perché affiancata all’impegno scolastico o lavorativo, ma l’entusiasmo dell’età compensava qualsiasi manchevolezza.

Poi da quelle ragazze sarebbero nate le figlie e talora figlie pallavoliste anche di grande levatura, giocatrici ai massimi livelli e in Nazionale.

Agli inizi c’era anche la componente maschile che ultimamente è rispuntata nel gruppo sportivo con nuove squadre e così i ragazzi tornano a giocare a volley a Roncade ed a Meolo.

In definitiva, tante cose sono cambiate e l’Elpis ha continuato a rinnovarsi in molti settori, anche a livello dirigenziale, con nuovi dirigenti e collaboratori, ma continuando a dare alle ragazze e ai ragazzi l’opportunità di praticare una pallavolo competitiva nel leale rispetto delle regole e della specificità di ogni atleta, contro qualsiasi esasperazione agonistica, oggi, come 30 anni fa e fin dai primi anni ’70.

Una storia lunga quasi cinquant’anni